Facebook

EFN Physio

EFNL’ENF (ElectroNeuroFeedback, letteralmente: retroazione elettro-neurologica) è un’attrezzatura elettroterapica professionale molto sofisticata, da impiegare in modalità diagnostica e terapeutica.

 L’ENF si usa in due modi strettamente correlati: prima con la scansione si individuano le anomalie dei tessuti proiettate sulla cute; poi con il trattamento si accelerano i processi di autoriparazione dei tessuti. Questo apparecchio si dice “operatore dipendente”, ossia richiede impegno, formazione e una buona conoscenza dell’anatomia da parte del terapista. Grazie alle sue capacità, può dare grandissime soddisfazioni in un ambito estremamente vasto e su molte patologie normalmente difficili da risolvere.

Come funziona: L’ENF invia impulsi elettrici bipolari e bifasici a bassissime frequenze: da 15 a 350 Hz. Il segreto della grande efficacia dell’ENF è l’implementazione di una tecnologia molto innovativa. Durante l’ENF-terapia, si attiva un vero e proprio scambio con il soggetto a cui viene applicato. Si ottengono maggiori informazioni sulle patologie e tempi riabilitativi più rapidi.

Tenendo il doppio elettrodo a contatto con la cute, l’ENF trasmette e riceve impulsi scambiandoli tra i due elettrodi. Durante lo scambio, gli impulsi vengono a contatto con le terminazioni nervose della cute e subiscono delle variazioni che sono registrate dall’attrezzatura.

PEFN terminazioni nervoseatologie trattate: l’ENF, utilizzato con i protocolli idonei e gli accessori in dotazione, si applica su una vasta gamma di problematiche, in traumatologia acuta, in riabilitazione post-operatoria, nel trattamento delle patologie croniche.

L’utilizzo dell’EFN Physio è sconsigliabile in caso di gravidanza o nei protatori di pacemaker ed altri strumenti elettronici sottocutanei.